bollette Luce e Gas, Pienergy

L’ultimo aggiornamento dei prezzi per l’energia porterà a un lieve rincaro nelle bollette: nei prossimi tre mesi spenderemo il 2,6% in più per la luce e il 3,9% in più per il gas. La buona notizia è che, finalmente, iniziano a calare gli oneri di sistema. Per risparmiare, conoscere i propri consumi e tenere monitorate le offerte sul mercato contattaci.

 

A partire da ottobre dobbiamo prepararci a bollette per l’energia più care. Gli aumenti sono di entità media e in linea con la stagionalità: per l’elettricità spenderemo il 2,6% in più e per il gas e ci aspettano fatture più care del 3,9%. A cosa sono dovuti questi rincari? In primo luogo all’aumento del prezzo della materia prima, a causa dei problemi alle centrali nucleari francesi, da cui importiamo oltre il 10% del nostro fabbisogno. Impattano solo in parte, invece, i recenti attacchi all’industria petrolifera saudita.

Buone notizie: calano gli oneri di sistema

Anche se di poco, calano finalmente gli oneri di sistema, una delle voci che da sempre scatenano il malcontento degli utenti e che pesano per oltre il 25%  sul totale della bolletta elettrica. Il ribasso è piuttosto limitato (-0,6%), ma se la tendenza dovesse essere confermata, potrebbe esserci un ulteriore diminuzione anche a dicembre. Con questo ultimo aggiornamento del 2019 si chiude di fatto l’ultimo anno solare di tariffa tutelata. Da luglio 2020, infatti, questa forma tariffaria dovrebbe sparire e dovremmo passare ufficialmente al mercato libero per l’energia.

Cosa fare per risparmiare sulla bolletta

  • Questo è un buon momento per guardarsi attorno e verificare se i prezzi applicati dal nostro fornitore sono in linea con quanto offerto dal mercato in questo periodo. In vista del passaggio al mercato libero dell’energia del prossimo 1° luglio 2020, perciò, controlliamo i dettagli della nostra bolletta: è un’operazione che dovremmo fare abitualmente e non soltanto di rado;
  • Sì alle offerte a prezzo bloccato, queste tariffe permettono infatti di stabilizzare il costo dell’energia e del gas per un periodo stabilito che, in genere, è di 12 o 24 mesi. Questo permette di tutelarsi da eventuali rincari dovuti alla stagionalità o a eventi straordinari, come quelli dovuti alle tensioni sui mercati registrati nell’estate 2018;
  • Impariamo a leggere la bolletta in ogni sua parte. Nella sezione “Spesa per la materia energia” (nel caso della luce) o “Spesa per la materia gas” (nel caso del gas) viene riportato il prezzo unitario applicato ai nostri consumi: è la parte della tariffa decisa dal fornitore ed è quella soggetta alla concorrenza tra provider. Ricordiamo anche che, se non è stata riportata sulla fattura, è nostro diritto richiedere quest’informazione al nostro fornitore.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp chat